Soluzioni Aziende e Privati

Aumentare la visibilità: il Digital Marketing rivolto ad aziende e a privati

Si tende erroneamente a pensare che per avere visibilità su internet, possa bastare essere presenti con un proprio sito, piattaforma o blog. Questo è un concetto decisamente datato: fermarsi all’idea che basti realizzare un sito web, potrebbe farvi perdere alcune opportunità che le attività SEO e Web Marketing porterebbero al vostro business.

Questo articolo è rivolto a tutti i professionisti, privati o aziende, che vogliono comprendere come aumentare il traffico e le vendite provenienti dal proprio sito o e-commerce, ma anche a come aumentare la visibilità e la Brand Awareness.

​Attività SEO e SEM

Il primo passo è la comunicazione: vediamo quali sono le attività SEO e SEM.

Iniziamo familiarizzando con i principali termini che spesso si sentono quando si parla di siti web.

SEO (Search Engine Optimization): è l’ottimizzazione che ha come scopo l’aumento della visibilità e il traffico di un sito nei risultati organici, cioè quelli non a pagamento. La figura professionale che si occupa di tali attività si chiama SEO Specialist.

SEM (Search Engine Marketing): è l’insieme delle attività di Web Marketing che hanno il fine di aumentare la visibilità e la popolarità di un sito web. Includono anche i risultati di ricerca organici e quelli a pagamento.

Se si desidera approfondire l’argomento relativo alla SEO, qui di seguito sono elencate le principali azioni che bisognerebbe seguire per un corretto sviluppo di un sito:

  • Indicizzazione: vengono indicizzate tutte le risorse percepite dal motore di ricerca. In parole semplici, vengono inserite nell’indice di Google tutte le risorse del sito web come foto, testi, video, etc;
  • Ottimizzazione: tecnica volta a migliorare l’usabilità e le performance: aiuta i motori di ricerca a comprendere al meglio la tematica del sito web;
  • Posizionamento: utilizzare questo termine non è propriamente corretto, perché nessuno può  garantire il posizionamento di un sito web. Si dovrebbe parlare di aumento della popolarità del sito e della Brand Awareness. Per ulteriori informazioni vi rimando alle linee guida ufficiali di Google (link).

Chi sviluppa le campagne SEO?

Come dicevamo a inizio articolo, non è sufficiente “avere un sito, ma occorre essere visibili”, e per fare questo esistono professionisti del web che offrono i loro servizi volti ad aumentare la vostra presenza online.

 Una di queste figure è il consulente SEO che grazie a uno studio approfondito dei motori di ricerca, riesce a comprendere le migliori attività SEO da apportare a ogni progetto web. Lui è la figura che si occupa di strutturare il vostro piano di azione o altrimenti detto Web Business Plan.

Ora che abbiamo compreso la necessità del sito di essere indicizzato, ottimizzato e posizionato,e che esiste una figura professionale che si occupa di fare tutto questo, vediamo in parole semplici le fasi del processo.

Immaginiamo di dover rispondere all’esigenza di un cliente che vuole creare un sito e-commerce e iniziare a vendere i suoi prodotti.

​Fase 1 – Analisi delle abitudini di ricerca, della concorrenza e corretta indicizzazione

“Gentile cliente, cerchiamo di ragionare passo passo, per comprendere se il prodotto che vorrebbe vendere viene realmente ricercato su internet. 

Poi inizio ad analizzare le abitudini di ricerca degli utenti, valutando le tipologie di parole chiave, la presenza e la forza della concorrenza.

Terminato questo passaggio, abbiamo davanti il report oggettivo sulla concorrenza e le parole chiave che da utilizzare sul sito. 

Individuare quali sono i prodotti principali da lanciare è di primaria importanza: quelli che danno maggior margine? Quelli stagionali? Più conosciuti? Etc.

“Tutti i prodotti!”: questa è la risposta che mi aspettavo, ma dovendo mettere a punto una strategia, non possiamo puntare a vendere tutti i prodotti fin dall’inizio e oltretutto per la maggior parte dei casi non è consigliato.

Chiarito questo passaggio, realizzo la struttura del sito: le principali tassonomie come tag e categorie, le pagine e gli eventuali articoli del blog aziendale.

Terminata l’organizzazione delle risorse, riporto tutta la struttura del sito all’interno di un file e la invio allo sviluppatore per la creazione dell’e-commerce.

Il sito verrà sviluppato in un ambiente di test, quindi non online, e una volta creata la prima categoria inizierò ad analizzarla. Questo tipo di intervento, denominato SEO Audit, viene documentato attraverso due report dettagliati e ci darà la possibilità  di comprendere se il nostro sito rispetta le linee guida – come definite da Google – e di correggere conseguentemente eventuali criticità prima della messa online.

Una volta che il sito sarà pronto, verrà messo online e collegato con i principali strumenti di analytics. In questo modo riusciremo a raccogliere un notevole quantitativo di dati che ci aiuteranno a comprendere il comportamento degli utenti sul sito, ma anche le sue performance online.

Fase 2 – Aumento della popolarità del sito e della Brand Awareness attraverso le attività SEO.

Come nella vita reale, le persone che conosci hanno un’opinione di te e va da sé che più persone ti conoscono, più opinioni ci saranno nei tuoi confronti. Positive o negative che siano.

Ecco, questo è all’incirca quello che capita sul web.  Un sito web appena creato è come una persona sconosciuta, neutra. Invece un sito web conosciuto e di fiducia verrà considerato come rilevante nel suo settore.

Facciamo un esempio pratico:

  • Prova a cercare una ricetta di un dolce. Esce per caso il sito di GialloZafferano
  • Ora, cerca un qualsiasi oggetto da comprare. Visualizzi Amazon tra i primi risultati?

Questo che ti ho appena riportato è un semplice esempio di quello che intendo quando parlo di concetto di fiducia da parte del web. Una volta che avrai raggiunto questo tipo di considerazione, avrai la strada spianata verso il successo…o le prime posizioni!

Come si fa a ottenere questa fiducia e, di conseguenza, l’aumento della popolarità?

Non esiste una risposta univoca: le vie sono numerose e spesso anche il lavoro offline aiuta. 

Bigliettini, brochures, manifesti, spot sui canali media, posso sicuramente aumentare le visite verso il tuo sito, ma qui stiamo parlando di attività SEO e Web Marketing, quindi la mia risposta sarà schematica:

  • Azioni SEO di link popularity e brand awareness;
  • Creazione di campagne pubblicitaria a pagamento (Google AdWords, Facebook ADS, e così via…);
  • Utilizzo di Social Media (non solo Facebook!).

Tutte queste attività SEO e SEM sono molto importanti, e devono essere pianificate e sviluppate attraverso una giusta professionalità. Guadagnare fiducia e salire di posizione nei risultati di ricerca è possibile, ma è facilissimo anche il contrario. Le penalizzazioni sono sempre dietro l’angolo!

Conclusioni​

Ho cercato di fornire una panoramica sulle principali attività SEO e Web Marketing, utilizzando un linguaggio tecnico, ma comprensibile a tutti.

Questo articolo è rivolto principalmente alle aziende e ai privati ma, se vuoi saperne di più, ti consiglio di consultare la pagina dei Servizi SEO per Web Agency.

About Me

Sono un Consulente SEO e Digital Marketing, vivo in Liguria, ma sono sempre alla ricerca di idee in giro per il Mondo. Il mio obiettivo è quello di aumentare la visibilità e le vendite online di aziende e privati.

Rimaniamo in Contatto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi